IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

DOMENICA 30 GENNAIO 2011
IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

LITURGIA DELLA PAROLA

Antifona d’ingresso
Salvaci, Signore Dio nostro,
e raccoglici da tutti i popoli,
perché proclamiamo il tuo santo nome
e ci gloriamo della tua lode.
Colletta
Dio grande e misericordioso,
concedi a noi tuoi fedeli
di adorarti con tutta l’anima
e di amare i nostri fratelli nella carità del Cristo.
Egli è Dio, e vive e regna con te…

Oppure:
O Dio, che hai promesso ai poveri e agli umili
la gioia del tuo regno,
fa’ che la Chiesa
non si lasci sedurre dalle potenze del mondo,
ma a somiglianza dei piccoli del Vangelo,
segua con fiducia il suo sposo e Signore,
per sperimentare la forza del tuo Spirito.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…

PRIMA LETTURA
Sof 2,3; 3,12-13
Dal libro del profeta Sofonìa

Cercate il Signore
voi tutti, poveri della terra,
che eseguite i suoi ordini,
cercate la giustizia,
cercate l’umiltà;
forse potrete trovarvi al riparo
nel giorno dell’ira del Signore.
«Lascerò in mezzo a te
un popolo umile e povero».
Confiderà nel nome del Signore
il resto d’Israele.
Non commetteranno più iniquità
e non proferiranno menzogna;
non si troverà più nella loro bocca
una lingua fraudolenta.
Potranno pascolare e riposare
senza che alcuno li molesti.

Parola di Dio

Salmo responsoriale
Sal 45
Beati i poveri in spirito.

Il Signore rimane fedele per sempre
rende giustizia agli oppressi,
dà il pane agli affamati.
Il Signore libera i prigionieri.

Il Signore ridona la vista ai ciechi,
il Signore rialza chi è caduto,
il Signore ama i giusti,
il Signore protegge i forestieri.

Egli sostiene l’orfano e la vedova,
ma sconvolge le vie dei malvagi.
Il Signore regna per sempre,
il tuo Dio, o Sion, di generazione in generazione.

SECONDA LETTURA
1Cor 1,26-31
Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Considerate la vostra chiamata, fratelli: non ci sono fra voi molti sapienti dal punto di vista umano, né molti potenti, né molti nobili.
Ma quello che è stolto per il mondo, Dio lo ha scelto per confondere i sapienti; quello che è debole per il mondo, Dio lo ha scelto per confondere i forti; quello che è ignobile e disprezzato per il mondo, quello che è nulla, Dio lo ha scelto per ridurre al nulla le cose che sono, perché nessuno possa vantarsi di fronte a Dio.
Grazie a lui voi siete in Cristo Gesù, il quale per noi è diventato sapienza per opera di Dio, giustizia, santificazione e redenzione, perché, come sta scritto, chi si vanta, si vanti nel Signore.

Parola di Dio

Canto al Vangelo
Alleluia, alleluia.
Rallegratevi ed esultate,
perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
Alleluia.

VANGELO
Mt 5,1-12a
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».

Parola del Signore

BREVE RIFLESSIONE PERSONALE:

 

images.jpg

Le Beatitudini che ci vengono presentate in questa IV Domenica del Tempo Ordinario e che nel Vangelo di Matteo si collocano in quello che gli studiosi chiamano “il discorso della Montagna”(una lunga serie di insegnamenti che Gesù rivolge agli apostoli e alla folla, che ha davanti), stridono molto con la nostra mentalità, o meglio rappresentano proprio l’opposto!

Permettetemi un termine che non è assolutamente consono alle pagine di questo blog. 
I poveri, quelli che sono nel pianto, i perseguitati, gli insultati… nel gergo giovanile di oggi, sono definiti sfigati, non certo Beati.

Come capita spesso nel Vangelo, Gesù ribalta il nostro punto di vista e ci lascia a bocca aperta, i Suoi discorsi possono sembrare assurdi, ma non è così! Come ho scritto più volte nelle mie riflessioni, il Signore, non segue il punto di vista umano, ma utilizza la logica di Dio, è per questo che noi non raramente rimaniamo spiazzati dalle sue Parole.

Cosa dobbiamo portarci a casa questa settimana meditando le Beatitudini?

Tutti noi, ripeto tutti, nessuno escluso, abbiamo dentro una particella di Eternità, cioè siamo stati creati per essere felici per sempre! Non è una cosa meravigliosa? Gesù vuole dirci: “State tranquilli, se vi fidate di me dopo questo pellegrinaggio terreno, sarete ricompensati e tutte le fatiche provate in questo mondo, saranno sostituite da un immensa gioia!”.  «Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».

Signore,
il Tuo messaggio mi dona una grande speranza, ma allo stesso tempo mette a nudo la mia grande fragilità e fatica nell’affrontare le difficoltà, che non di rado incontro nella vita. Aiutami a non dimenticare che in quei momenti, Tu sei accanto a me e mi vuoi bene!

 

Ricordo che Martedì alle ore 10 sarà aperta una nuova sezione dedicata a Giovanni Paolo II, che settimana dopo settimana ci accompagnerà al giorno della sua Beatificazione! Non Mancate!!!

Questa settimana siamo invitati tutti a pregare per l’Intenzione di Maria Teresa: che ha scritto nell’ANGOLO DELLA PREGHIERA:

“Per la misericordia di Dio nostro Padre vi chiedo umilmente preghiere e suppliche per una famiglia che sta per dividersi, purtroppo non hanno figli,satana si sta accanedo da anni con loro, adesso sembra che il suo piano stia per concludersi con la separazione. Dio però nella sua misericordia si manifesterà con la preghiera di tutti noi ed ora anche la vostra vi affido questa famiglia che il Signore Gesù la liberi con il suo prezioso Sangue da tutte le insidie del nemico e la sua gloria venga manifestata. Gli sposi si chiamano Gioconda e Tommy.
grazie che Dio vi benedica!!”

BUONA SETTIMANA A TUTTI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.