VANGELO DEL GIORNO

Giovedì 7 Marzo 2013
Giovedì della III settimana di Quaresima

      Dal Vangelo secondo Luca (Lc 11,14-23)

In quel tempo, Gesù stava scacciando un demonio che era muto. Uscito il demonio, il muto cominciò a parlare e le folle furono prese da stupore. Ma alcuni dissero: «È per mezzo di Beelzebùl, capo dei demòni, che egli scaccia i demòni». Altri poi, per metterlo alla prova, gli domandavano un segno dal cielo.
Egli, conoscendo le loro intenzioni, disse: «Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una casa cade sull’altra. Ora, se anche satana è diviso in se stesso, come potrà stare in piedi il suo regno? Voi dite che io scaccio i demòni per mezzo di Beelzebùl. Ma se io scaccio i demòni per mezzo di Beelzebùl, i vostri figli per mezzo di chi li scacciano? Per questo saranno loro i vostri giudici. Se invece io scaccio i demòni con il dito di Dio, allora è giunto a voi il regno di Dio.
Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, ciò che possiede è al sicuro. Ma se arriva uno più forte di lui e lo vince, gli strappa via le armi nelle quali confidava e ne spartisce il bottino.
Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde».

  Parola del Signore    


Breve riflessione personale:


Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde”.
Mi è capitato spesso di allontanarmi dal Signore, volevo cavarmela da solo: mi sentivo grande. Eppure ogni volta che ho fatto questa scelta assurda mi sono reso conto di non farcela. Perdevo completamente la strada da seguire e stavo veramente male. Solo quando tornavo, con un po’ di vergogna, a riaffilare la mia esistenza a Dio mi rendevo conto di non avere mai perso la strada, semplicemente non la vedevo più perché avevo abbandonato il mio compagno di viaggio, la mia guida indispensabile: Gesù Cristo!
Buon giovedì. Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.